prima di diet tube

la dieta ipocalorica e il digiuno

Se siete approdati a questo sito, non è escluso che abbiate provato ad eliminare con una dieta ipocalorica i 10 chili o più  che avete accumulato per le cause più diverse.

Pertanto non vi meraviglierete  se si  afferma che  la dieta ipocalorica, per quando ben equilibrata nei vari nutrienti a base di lipidi, carboidrati e proteine, rimane la più dura, la più difficile e la più penosa da fare perché non toglie la fame.

Il meccanismo con cui si perde peso è essenzialmente collegato all’apporto calorico ridotto, rispetto alle calorie necessarie per il proprio metabolismo basale, per cui il soggetto utilizza le energie derivanti dal catabolismo dei propri tessuti per compensare le calorie mancanti.

Gli abbandoni sono quindi molto frequenti, per le difficili rinunce ad alcuni cibi e per le ridotte quantità degli alimenti. In più, tale tipo di dieta spesso è troppo lunga da seguire. Una perdita di 500 grammi o poco più la settimana è un fattore demotivante per un paziente che ha un sovrappeso di oltre 10 kg.

Diciamo per assurdo che un’alternativa a questo tipo di dieta potrebbe quindi essere il digiuno assoluto con la sola assunzione d’acqua a volontà. Questo regime tuttavia, porta in breve tempo ad una perdita di massa magra, la parte metabolicamente più attiva dell’organismo, superiore alla perdita di massa grassa che si vuole eliminare. Dopo 10 giorni di digiuno, il paziente si ritrova, infatti, con circa due chili di tessuto muscolare in meno, soprattutto a livello dei muscoli striati che comprendono, tra l’altro, un muscolo importantissimo come il cuore.

Nel digiuno, soprattutto se oltre il mese, vi è, come abbiamo visto, il grande problema della riduzione della massa magra e quindi della quota aminoacidica dell’organismo con tutti i risvolti pericolosi che questo comporta.

La perdita di massa magra porta  a stanchezza, ad astenia e a dimagrimento nelle parti più visibili come ad esempio sul viso dove la massa magra viene aggredita prima di altre zone. Inoltre se chi digiuna è donna, il seno diventa cadente, compaiono smagliature, rughe e così via, proprio a causa del catabolismo proteico.

Nel digiuno inoltre il paziente non assume glucosio e il cervello deve nutrirsi di glucosio. Il cervello, infatti, ha bisogno di 150 gr. di glucosio al giorno. Pertanto, se non s’introduce glucosio con l’alimentazione, l’organismo deve attivare forzatamente delle vie metaboliche alternative per trovare il glucosio necessario al cervello.

DietTube® è un marchio registrato internazionale ed è Patent Pending USA | Norme di utilizzo del sito di Diet Tube